Coronavirus

In Lombardia tutti gli over 80 vaccinati entro l'11 aprile, garantisce la regione

La tabella del Pirellone: entro l'11 aprile prima dose di vaccino a tutti over 80. Il piano

La data cerchiata in rosso sul calendario c'è. La speranza, l'obiettivo, è non sforare. Regione Lombardia vuole provare a somministrare entro l'11 aprile la prima dose del vaccino anti covid a tutti gli over 80 che si sono prenotati. 

La conferma è arrivata lunedì pomeriggio durante un vertice presieduto dalla vice presidente e assessore al Welfare di regione Lombardia, Letizia Moratti, al quale hanno partecipato il Dg Giovanni Pavesi, il consulente per la campagna vaccinale Guido Bertolaso e i direttori di Ats, Asst e Irccs lombardi. La sfida, numeri alla mano, non è impossibile. Entro il 2 aprile riceveranno la prima dose 115mila over 80, che hanno già l'appuntamento fissato in uno dei centri gestiti da Ats e Asst. A quel punto resteranno altri 205mila anziani, ai quali la regione vuole inoculare il siero entro e non oltre l'11 aprile. 

Durante lo stesso incontro tra i vertici regionali e i rappresentati degli ospedali, si è anche deciso di cercare di prevenire i guai di Aria spa, la società regionale che fino alle scorse ore gestiva le prenotazioni per la campagna vaccinale e i cui vertici sono stati praticamente azzerati dopo il caos e i disservizi degli ultimi giorni, con sms mai partiti e "buchi" incredibili agli appuntamenti.  

Dal Pirellone hanno infatti deciso che gli anziani in lista e con appuntamento già fissato saranno contattati telefonicamente - e non più via messaggio - per la conferma. In più da regione hanno chiesto alle stesse Ats e Asst di effettuare una verifica incrociata sugli elenchi per evitare altri disguidi. L'obiettivo è coprire tutti gli anziani, almeno con la prima dose, entro l'11 aprle. Ed errori non ne sono più ammessi. 

Si parla di